venerdì 20 novembre 2009

Incastri e disincastri

Il venerdì era il giorno della settimana meglio organizzato...fino a ieri. :-(
Celeste usciva con la nonna alle 16 e da lei restava fino alle 19.00.
Rachele usciva alle 13.30, dopo pranzo.
Avevamo modo di stare un pò insieme e poi con una passeggiata in tutto relax andavamo a recuperare Rebecca alle 16.25 per andare a ginnastica.
Tornavamo a casa giusto in tempo per accogliere a braccia aperte la nana di casa, subirmi la nonna e i suoi racconti invitandola anche ogni tanto a cena in un eccesso di masochismo.... ;-)

Siccome però l'incastro era troppo ben incastrato a scuola hanno visto bene di aggiungere il corso di inglese per i 5 anni il giovedì e ..... il venerdì!!

Da oggi sperimentiamo il nuovo tour che non prevederà più passeggiata tranquilla dalla comoda casa vicino alle elementari, ma da scuola a scuola con una sorta di maratona cercando di evitare le "due" parole "frettolose" della nonna.

Ricollegandomi ad un vecchio post di Jolanda passatemi l'espressione "Che palle"!!! +incavolato+

2 commenti:

Marlene ha detto...

continuo a leggereti non credere, ma e davvero difficile lasciare una traccia, ora che posso lo faccio. Noi mamme siamo così brave con i giochi di incastro che sicuramente troverei la soluzione migliore che dopo un pò diventerà anche piacevole, e vero le abitutdini confortano ma ogni tanto una scossa è vero rompe le scatole ma ci da una scossa. a presto.

nonnAnna ha detto...

Sono una nonna a "tempo pieno" con tre nipotini (1-4-7anni)e ti dirò che, appunto grazie agli incastri, non so mai cosa voglia dire "annoiarsi"...
però è anche piacevole!!!
Oggi "linventafavole" compie un anno e per festeggiarlo ho voluto fare una piccola inchiesta: "Le FAVOLE nella mia infanzia"...chissà se riesci a ritasgliare un minutino per rispondere?
GRAZIE e tante serene giornate
nonnAnna

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...