martedì 27 luglio 2010

C'era una volta

C'era una volta una donna spaventata che scriveva un post ricco di paure.
C'erano tra quelle paure l'idea di dover affrontare da sola i lunghi viaggi in auto.
C'è ora, qui davanti a questo PC una donna nuova che, con minubus a pieno carico (la macchina di "lui"), nane al seguito e nulla di dimenticato (!) è partita alla volta della Toscana con gambe tremanti e braccia e spalle tese.
500 Km.
Con tre nane talmente brave da sembrare finte.
7 ore di viaggio soste comprese.
Molta la stanchezza.
Tante le maledizioni alla Liguria.
Con tutta la sua lunghezza.
Con tutte le sue curve.
Con tutte le sue gallerie.
Ovviamente meglio il ritorno dell'andata.
Ovviamente tanta la soddisfazione.

Perchè un altro passo è stato fatto.
Un altro limite è stato affrontato.

E quell'incidente in auto.
Quello che mi ha bloccato in tutti questi anni.
Quello per il quale all'inizio tremavo addirittura se alla guida di un'auto c'era qualcun altro.
Inizia piano piano ad essere un ricordo.
Anche se non ancora completamente superato!

La prossima vi racconterò un pò della nostra vacanza in tenda.
Dei miei muscoli e delle mie ossa che ora stanno chiedendo i danni.
Ma per ora volevo solo condividere con voi questa nuova me!

5 commenti:

pollywantsacracker ha detto...

6 bravissima!
io parto per la croazia, sono una decina d'ore di auto. prima devo superare il limite di far controllare l'auto dal meccanico, certe cose per me sono davvero ostiche, una è la manutenzione dell'auto.
brava, brava!
p.s. la mia blogroll non aggiorna i tuoi post, qualche problema con i feed?

Tea ha detto...

Bravissima! Bentornate!
Ciao
Tea

emily ha detto...

e bravissimaaaaaaaaaa!!! doppia hola x questa ragazza che sta diventando una vera wonder woman...dai che poi ci scrivi un libro e diventi milionaria!

supermamma ha detto...

sono proprio contenta stavo in pensiero:-) brava!

kriegio ha detto...

Che bello leggere questa nuova donna!
Speravo che tornassi prima di fine mese, perchè ora parto io e non so se trovo una connessione degna di essere chiamata tale.
Non sapevo del tuo vecchio incidente, quindi sono felice di sapere che il viaggio è andato bene.
E poi volevo sapere come se l'era cavata la camping girl... ma non avevo dubbi!! Brava e bentornata.
Kriegio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...