mercoledì 20 maggio 2009

Donne e televisione

Spesso mi ritrovo a guardare la tv e rimpiangere quando la rai imponeva alle gemelle Kessler calze nere e body castigati; quando la pubblicità era il carosello che tutti i bimbi guardavano divertiti, quando i cartoni animati erano heidi, candy e ufo robot; osservo inorridita visi da ragazzina accompagnati a mani rugose e dita ingrossate; labbra e seni turgidi; nasi inguardabili.

Culi e tette al vento, winx, bratz e bimbe che, nelle pubblicità, paiono delle oche giulive già da piccole .... mi chiedo spesso a quale modello si debbano rifare le nostre figlie.

Già in prima elementare bisogna lottare perchè la pancia rimanga coperta, perchè il colore dei capelli non vari come fa in continuazione la maestra, perchè trucchi e rossetti vengano utilizzati una tantum esclusivamente come elemento di gioco....

Abbiamo uno specchio al fondo del corridoio dove le mie bimbe trascorrerebbero le ore a osservarsi mentre parlano, mentre giocano, quando sono vestite, addirittura mentre litigano tra di loro.
Non perdo occasione per ricordare loro che non basta essere belle, ma che bisogna saper pensare, esprimendo le proprie ragioni, avendo fiducia in sè stesse non perchè gli altri, guardandole, pensino "Quanto sono carine", ma perchè le apprezzino per quello che valgono aldilà delle apparenze, per le loro idee, per le loro capacità.

Quasi un anno fa mi sono trovata a combattere una dura battaglia con Rebecca che si rifiutava di mangiare alcune cose per paura di diventare "cicciona come la mamma di....." .... ho temuto di avere una figlia di 5 anni a rischio di anoressia. E' stato difficile farle capire che tra l'essere cicciona e troppo magra c'è tutta una via di mezzo, che se non si mangia si finisce per morire, che sua sorella (normolinea) non era grassa!!!

Ero entrata in questo blog per scrivere del mio cambio di stagione, del mercatino al quale sto per partecipare, ma mi sono imbattuta nel nel blog di wondermamma e attirata dal collegamento sono andata a vedere questo video.

E' un pò lungo, ma molto interessante e, almeno a me, ha lasciato un pò di amaro in bocca.

Provate a guardarlo fino alla fine e, come diceva una pubblicità di diversi anni fa,
"Meditate gente, meditate"

2 commenti:

Veggie ha detto...

C'è molto del vero nelle tue parole... Anche se l'anoressia ha cause ben più profonde... Bisognerebbe parlarne di più...

Trilli ha detto...

Hai ragione Veggie e ti chiedo perdono per aver utilizzato questa parola forse in modo improprio, ma il mio timore era fondato. A 5 anni Rebecca era estremamente sotto peso, tanto che se non avesse iniziato ad aumentare spontaneamente avremmo dovuto iniziare una serie di esami. Quando io, il papà, persino la ragazza delle pulizie che nulla sapeva di tutto ciò, le facevamo notare che essere troppo magri non era bello e che sarebbe stato meglio avesse preso un paio di chili lei rispondeva che non voleva perchè poi sarebbe diventata cicciona come sua sorella che invece era perfettamente in linea con tutti i parametri quindi anche con il peso. Mi sono molto preoccupata e senza esagerare, per evitare che il cibo diventasse il suo mezzo per attirare la nostra attenzion, le ho parlato, le ho spiegato, ho atteso.... ora pare che il periodo sia passato. Ha raggiunto la sorella, pare più serena e meno irritabile. Anche io sono più serena, ma mi chiedo se alla sua giovane età, dove ovviamente la parola "anoressia" non viene contemplata nel suo seppur ampio vocabolario, ci può già essere una predisposizione a questa malattia. Io stessa ne sono stata a rischio, salvata dalla mia amica del cuore e dallo sport che mi imponeva energie che il digiuno non poteva darmi. Mi piacerebbe avere il tuo parere. Ancora una volta, come ho fatto sul tuo blog, ti ringrazio per essere passata ed avermi portato nel "tuo" mondo. Un abbraccio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...